fbpx
+39 030 2807547
criolipolisi_benefici

Criolipolisi: funziona? Quali sono i benefici e le controindicazioni?

Pubblicato il

Cos’è la criolipolisi 

La criolipolisi è un trattamento di medicina estetica, una tecnica medica utile a ridurre il grasso: consente infatti di eliminare piccole adiposità in eccesso attraverso il congelamento delle cellule adipose ed è indicata per glutei, addome, fianchi, braccia, interno ed esterno cosce, ginocchia e schiena. Il freddo a cui vengono sottoposte le cellule adipose, tramite uno strumento apposito, innesca il processo di lipolisi, ovvero di scioglimento del grasso, il quale verrà poi smaltito dal corpo in modo naturale. 

Criolipolisi: come funziona

Il trattamento viene effettuato con uno strumento dotato di manipolo in silicone, che raffredda la pelle da trattare tramite la temperatura stabilita dallo specialista che esegue la terapia. In questo modo, il freddo andrà ad attaccare le cellule adipose, senza conseguenze per la cute o per altri tessuti.  Le sedute di criolipolisi sono indolori e consentono di ottenere risultati in modo graduale, ma con effetto permanente, poiché le cellule eliminate non potranno più riformarsi. Dal momento che la criolipolisi risulta essere una tecnica efficace, la sua popolarità è cresciuta negli anni e si sono diffusi strumenti per effettuare la criolipolisi a casa.  Questa soluzione, però, comporta controindicazioni e scarsa probabilità di efficacia: affinché il trattamento abbia successo e sia privo di effetti collaterali, infatti, è fondamentale che venga eseguito in seguito ad un’attenta valutazione medica. 

Benefici della criolipolisi

La criolipolisi consente di eliminare le adiposità localizzate, nelle quali è difficile intervenire tramite dieta ed esercizio fisico. Il freddo, inoltre, agisce positivamente sulla cute, aiutando a mantenerla tonica e a contrastare l’effetto “pelle cadente” che può essere conseguenza di dimagrimenti repentini.  Rispetto ad altre terapie mediche volte a eliminare il grasso in eccesso, come la liposuzione, la criolipolisi presenta diversi vantaggi: 
  • non richiede intervento chirurgico
  • non danneggia la pelle e i tessuti circostanti
  • non lascia cicatrici
  • è completamente indolore
  • offre risultati definitivi dalla prima seduta
  • non richiede periodi di convalescenza. 

Criolipolisi controindicazioni

La criolipolisi è sconsigliata in caso di gravidanza e allattamento, oppure in presenza di gravi patologie epatiche. In tutti gli altri casi, non presenta particolari controindicazioni, ma la sua efficacia è subordinata a un’attenta valutazione da parte dell’endocrinologo estetico, poiché per offrire risultati evidenti e definitivi deve essere eseguita nelle condizioni idonee. 
Ecco 3 importanti elementi da considerare per ottenere il massimo dal trattamento di criolipolisi. 

3 cose da considerare prima di sottoporsi a criolipolisi

  1. Prima di iniziare, consulta il tuo endocrinologo estetico
Soltanto il tuo specialista di fiducia conosce a fondo la tua problematica e le tue caratteristiche, e può indicarti la metodica più corretta per intervenire con successo eliminando il grasso localizzato in modo efficace e definitivo.
  1. Se sei in sovrappeso, valuta un percorso di dimagrimento
Se hai molto adipe in eccesso, il trattamento potrebbe non darti i risultati sperati: prima di intervenire con la criolipolisi, potrebbe quindi essere utile intraprendere un percorso di dimagrimento per poi andare a scolpire le parti del corpo nelle quali risulta più difficile perdere peso.  
  1. In caso di cellulite, valuta con lo specialista il trattamento più efficace
Può capitare che, laddove ci sia del grasso localizzato, ci sia anche la presenza di cellulite. In questo caso, è utile valutare con il proprio specialista in che modo strutturare il proprio percorso. Un intervento di criolipolisi può aiutare a ridurre la cellulite, ma talvolta il percorso terapeutico più efficace può essere opposto: trattando la cellulite, può migliorare di conseguenza anche il problema dei cuscinetti localizzati. 

Domande frequenti sulla criolipolisi

Le persone che si rivolgono a noi presso il Poliambulatorio Medico Chirurgico Filippini di Brescia ci sottopongono spesso alcune domande. Ecco le risposte.

Come viene smaltito dal corpo il grasso sciolto?

Le cellule adipose sciolte tramite criolipolisi vengono riassorbite in modo naturale dal corpo ed espulse tramite il sistema linfatico, attraverso lo stesso processo che l’organismo adotta per eliminare i grassi assunti con l’alimentazione. 

La criolipolisi danneggia i capillari?

La criolipolisi permette di agire in modo diretto sul grasso localizzato senza danneggiare capillari, cute o tessuti circostanti. 

Quante sedute di criolipolisi sono necessarie per avere risultati?

La criolipolisi consente di ottenere risultati definitivi sin dalla prima seduta. Il numero di sedute consigliate è condizionato dalla situazione di partenza e dagli obiettivi prefissati: la durata del percorso terapeutico va dunque concordata con il proprio specialista. 

Si può effettuare la criolipolisi assumendo anticoagulanti?

L’assunzione di farmaci anticoagulanti potrebbe favorire l’insorgenza di ecchimosi ed ematomi in seguito alla seduta: prima di impostare il percorso di criolipolisi sarà necessario consultare il proprio endocrinologo estetico di fiducia. 

Quale dieta seguire dopo la criolipolisi?

Per ottenere il massimo dalle sedute di criolipolisi, è consigliabile mantenere uno stile alimentare equilibrato, ricco di fibre e di liquidi, i quali favoriscono il drenaggio e lo smaltimento dei grassi.  Combatti da tempo contro il grasso localizzato che non riesci ad eliminare? Richiedi un incontro a Brescia con gli specialisti del Poliambulatorio Medico Chirurgico Enrico Filippini e scopri il percorso più indicato per raggiungere gli obiettivi che desideri.