fbpx
+39 030 2807547

FAQ - Perdere peso non vuol dire dimagrire

Domanda

Angela, anni 35, di BresciaDa un paio di mesi sto facendo una dieta ricca di fibre e verdure, però ho notato che perdo peso ma non la “pancetta”, quella non cala. Per me è un problema anche perché gioco a pallavolo e mi sento comunque goffa ed appesantita.

Risposta

Una dieta di questo tipo non è necessariamente salutare e funzionale, anzi.
Sconsiglio sempre le diete fai da te, in quanto l’accumulo di grasso corporeo può dipendere da svariati fattori, diversi da persona a persona.
Perdere peso infatti non vuol dire dimagrire: questo perché probabilmente con questa dieta che stai conducendo, unita all’attività sportiva che fai, stai perdendo massa magra anziché massa grassa, questo determina si una diminuzione del numero che vedi sulla bilancia, ma non del grasso; oltretutto una dieta sbagliata può arrecare anche danni alla salute, causando disfunzioni dell’intestino e del fegato.
Se ad esempio assumiamo un diuretico, possiamo perdere anche 2 Kg in peso, ma non abbiamo minimamente intaccato il nostro tessuto adiposo.
La riduzione del tessuto adiposo è legata al comportamento alimentare e motorio in un evidente sistema di apporto e consumo, quindi se vogliamo “dimagrire” dobbiamo modificare questi due parametri. È quindi necessaria una corretta anamnesi della disfunzione alimentare e la prescrizione di una dieta formulata appositamente per te da uno specialista.
Nel mio Poliambulatorio medico chirurgico di Brescia, i medici esperti in dietologia hanno a disposizione innovative preparazioni proteico-aminoacidiche che ci consentono oggi di realizzare programmi dietoterapici di dimagrimento e non solo, con eccellenti risultati in tempi rapidi e soprattutto duraturi.
Se vogliamo “dimagrire” dobbiamo fare in modo che l’organismo sia costretto ad utilizzare i nostri depositi di grasso come fonte energetica.
Per ottenere ciò, una via è quella di privarlo della sua fonte energetica prevalentemente costituita dai carboidrati (macronutrienti “non essenziali”) poiché sappiamo che l’organismo umano è ugualmente in grado di fabbricare carboidrati (glicogeno) sia dai grassi che dalle proteine (mentre non è possibile il contrario). Non potendo impoverire la nostra struttura biologica della sua componente proteica, ne deriva un regime alimentare, da seguire per periodi limitati di tempo, dove le proteine saranno assolutamente presenti, ma i grassi verranno ridotti ad un minimo qualitativo e i carboidrati limitati ad un minimo quantitativo.
In passato sono sorte alcune problematiche correlate a questo particolare regime alimentare, messo per lo più in relazione ad un eccesso di scorie azotate; fortunatamente oggi disponiamo di particolari fonti proteiche che praticamente non producono scorie metaboliche.
Se noi assumiamo 100 grammi di prosciutto crudo ingeriamo circa 22-24 grammi di proteine, quello che nessuno evidenzia è il fatto che il nostro organismo ne utilizza realmente circa  il 44-48 %, mentre tutto il resto va a costituire quelle scorie metaboliche che andranno a sovraccaricare i reni, fegato, intestino, cute e tutti i meccanismi di eliminazione.
Le specifiche preparazioni proteico-aminoacidiche attualmente in commercio, che ricalcano nella loro composizione quella del latte materno, vengono invece totalmente riconosciute e dunque sono biodisponibili al 96-97%. Ciò vuol dire che le “scorie metaboliche” sono soltanto un 3-4% ovvero una percentuale irrisoria.
Abbiamo così trovato il modo di fornire senza alcun rischio la quantità di proteine necessaria per costruire la parte nobile del nostro corpo, senza dover ricorrere alle proteine animali, che ci porterebbero troppi grassi saturi dannosi, o alle proteine vegetali che finirebbero per farci assumere anche i troppi carboidrati che le accompagnano.
Possiamo pertanto utilizzare queste preparazioni proteico-aminoacidiche, gradevoli al palato, per realizzare programmi dietoterapici di dimagrimento, con eccellenti risultati in tempi rapidi soprattutto duraturi (determinante è anche la costanza e l’impegno del paziente).
Non esitare a contattarci, presso il Poliambulatorio Medico Chirurgico Dottor Enrico Filippini potrai finalmente trovare una dieta formulata apposta per te dal nostro dietologo esterto, funzionale al raggiungimento del tanto sperato risultato.