fbpx
+39 030 2807547
Ormoni_perdita_capelli

Ormoni e caduta dei capelli: quale correlazione?

Pubblicato il
Un diradamento dei capelli può risultare spaventoso per un uomo che sa di non sentirsi a proprio calvo o con una capigliatura molto rada. Per una donna, la perdita di capelli può risultare ancor più spaventosa e minare la sua fiducia al punto da limitarne la socialità. Come per disturbo che interessa il corpo umano, capire la causa del problema è il primo, fondamentale passo per riuscire ad arginarlo o superarlo completamente. Nel caso della perdita di capelli, è buona norma rivolgere l’attenzione agli ormoni. Vediamo perché.

La relazione tra ormoni e caduta dei capelli 

Senza gli ormoni i capelli non esistono! Gli ormoni regolano la nascita e la crescita dei capelli agendo direttamente sulla funzione del follicolo pilifero. La regolazione ormonale dei capelli è estremamente raffinata e complessa tanto, che un eccesso o un difetto di ormoni determina sempre una modificazione in negativo dei capelli. Ecco perché durante le visite endocrinologiche presso il poliambulatorio medico chirurgico Enrico Filippini di Brescia i capelli sono tra i primi elementi presi in considerazione: sono un segnale infallibile di buona o cattiva salute delle ghiandole ormonali.

Cause ormonali della caduta dei capelli

Possiamo individuare 5 principali cause ormonali per la caduta dei capelli o per il blocco della loro crescita. 1. Disfunzioni della tiroide I capelli, per crescere, hanno bisogno del pieno vigore della ghiandola tiroidea: valori apparentemente accettabili potrebbero in realtà nascondere alterazioni minime, ma sufficienti a causare la perdita di capelli negli uomini o nelle donne. Ecco perché lo specialista endocrinologo dovrebbe andare più a fondo e analizzare più in dettaglio il funzionamento della tiroide. 2. Menopausa La perdita di capelli nelle donne può essere legata a quella fase di transizione che è la menopausa, durante la quale gli ormoni ovarici e gli estrogeni iniziano a calare. Da qui, i capelli tendono a seccarsi, a crescere più lentamente o a smettere di crescere. Esistono rimedi per la perdita dei capelli nelle donne in menopausa, ma per intervenire in modo efficace è fondamentale analizzare la situazione caso per caso. 3. Stress Considerato uno dei mali della nostra epoca, lo stress oggi non risparmia nessuno: uomini, donne, giovani, anziani. Lo stress ha effetti molto negativi sul sistema nervoso e provoca una riduzione della produzione di cortisolo e di altri ormoni fondamentali per la salute dei capelli. Di conseguenza, si verifica un progressivo impoverimento degli ormoni “buoni”, a favore di quelli che determinano la caduta. Un fenomeno simile lo si riscontra negli atleti: l’eccessiva attività fisica, o over training, scarica le ghiandole endocrine di cortisolo, a danno dei capelli. 4. Alopecia androgenetica Temutissima dagli uomini, l’alopecia androgenetica è una miscela esplosiva di genetica e ormoni maschili (androgeni), contro la quale molti uomini pensano di non poter tentare nulla. In realtà, esistono percorsi terapeutici che è possibile intraprendere sotto la guida dell’endocrinologo, da adattare allo specifico caso, che possono arginare la caduta dei capelli. 5. Difetto di alfa 3 reduttasi Si tratta di una causa scoperta di recente, ma estremamente diffusa soprattutto tra le donne, anche di giovane età. L’alfa 3 reduttasi è un difetto genetico esclusivo del bulbo dei capelli che si manifesta con la rarefazione del volume dei capelli, fino alla comparsa di zone di pelle scoperta.   Nel poliambulatorio medico chiurgico Enrico Filippini di Brescia aiutiamo ogni giorno persone colpite da perdita di capelli dovuta a queste 5 o altre cause ad arginare il problema, ritrovare la bellezza della propria chioma e la fiducia in se stessi. Se anche tu vuoi scoprire come contrastare la caduta dei capelli, contattaci e richiedi una prima visita con lo specialista endocrinologo: potresti ritrovare la fiducia perduta e la voglia di mostrarti al mondo!