fbpx
+39 030 2807547
dieta penta

Dieta Penta: cos’è e come funziona? È efficace per dimagrire?

Pubblicato il
La dieta Penta è un metodo dimagrante molto amato da chi vuole perdere peso. È facile, efficace in tempi molto rapidi e non richiede di rinunciare al gusto. Vediamo cos’è, come funziona e per chi è indicata.

Penta Diet: cos'è

Si tratta di una dieta introdotta intorno all’anno 2000 che si discosta da tutte le diete precedenti, basate sul peso degli alimenti. Come dice il nome, la dieta si divide in cinque fasi, caratterizzate dall’eliminazione e dalla successiva reintroduzione graduale dei normali alimenti (suddivisi in proteine, grassi, carboidrati ecc).

Come funziona la dieta Penta

La Dieta Penta è un programma alimentare comprovato scientificamente, di tipo normoproteico. Alla base dell'efficacia di questa dieta vi è l'inibizione della secrezione di insulina, che è tra i responsabili della mancata demolizione dei grassi. Questo effetto si ottiene grazie all’impiego di proteine ad alto valore biologico e di amminoacidi essenziali, che vanno a ridurre la massa grassa e a potenziare quella magra. Al centro della dieta non vi sono elaborati programmi quotidiani, che impongono menu dosati e calibrati, ma specifici prodotti dietetici, detti pasti sostituivi funzionali, che, come dice il nome stesso, fungono da sostituti del pasto tradizionale. Si tratta non solo delle classiche barrette e integratori, ma di una varietà di prodotti, come minestre, creme, frittate, budini, dolci, bevande calde e fredde, biscotti e wafer. Questi prodotti, che in genere vengono suggeriti dal medico sotto forma di kit completi, hanno dei grandi vantaggi:
  • riducono il senso di fame
  • hanno un gusto molto gradevole, simile a quello degli alimenti tradizionali che sostituiscono
  • regalano una sensazione di benessere, grazie all'azione psicotonica dei corpi chetonici, che stimolano la produzione di serotonina e dopamina. Con la dieta penta si perde peso senza perdere il piacere di gustare un buon pasto!

Le cinque fasi della dieta PentaDiet

Le fasi del metodo PentaDiet, sempre seguite e monitorate dal medico di riferimento, se rispettate in modo certosino, possono portare a risultati veloci e duraturi. Ecco quali sono gli step:
  • Prime due fasi: sono quelle che consentono di perdere peso, senza però dover ricorrere a programmi difficili che prevedono, ad esempio, la pesatura degli alimenti. In queste fasi, i veri protagonisti sono i pasti sostitutivi funzionali. Grazie all’assunzione di questi prodotti dietetici, accanto alle verdure e a qualche proteina, l’organismo viene educato a trarre energia dal consumo della massa grassa e, per questo, dopo pochi giorni, il soggetto non avverte più il senso di fame.
  • Terza e quarta fase: sono delle fasi di transizione, in cui si passa dall'impiego di pasti sostitutivi alla graduale reintroduzione di grassi e carboidrati.
  • Quinta fase: si tratta del mantenimento, che, come in tutti i programmi dietetici, non consiste in una dieta vera e propria ma in una fase di gestione, il cui successo dipende dalla buona riuscita degli step precedenti.

Quali verdure e alimenti sono concessi

Almeno dalla terza fase in poi si possono assumere tutti gli alimenti, compresi riso, pasta, pane, qualche dolce e, naturalmente, tutti i cibi proteici, sempre attenendosi scrupolosamente alle indicazioni del medico che segue la dieta. Le verdure, specialmente quelle bianche o verdi, insieme ai pasti sostitutivi sono protagoniste delle prime due fasi, quando occorre rispettare un'alimentazione aminoacidica, prima, e proteica, poi. L’assunzione illimitata di verdure, abbinata ai pasti sostitutivi, in questa fase, assicura il funzionamento ottimale dell’intestino. Viene sconsigliato, invece, di assumere porzioni superiori ai 200 gr. al giorno di verdure come peperoni, fagiolini, melanzane, carciofi, pomodori e cime di rapa.

La dieta Penta funziona?

Più di 12 milioni di persone nel mondo, negli ultimi 20 anni, hanno raggiunto i propri obiettivi di dimagrimento grazie alla Dieta Penta. La Dieta Penta è un metodo molto pratico che, se applicato scrupolosamente e sempre sotto controllo medico, può dare risultati veloci e molti soddisfacenti. Fino a qualche anno fa, questa dieta era impiegata esclusivamente per il trattamento dell'obesità, ma oggi, grazie alla sua facilità di applicazione, viene suggerita anche a pazienti con adiposità localizzata, a donne nel post partum o per trattare la sindrome metabolica, dal punto di vista dietetico. Oltre ad assicurare ottimi risultati in poco tempo, la Dieta Penta vanta anche molti altri vantaggi trasversali:
  • mantiene un'adeguata tonicità muscolare
  • mantiene forti i capelli
  • dona alla pelle un aspetto liscio e satinato.

Quanto si dimagrisce con la dieta penta

Come sempre, parlando di diete, non è facile offrire delle certezze in fatto di risultati. In generale, nelle prime tre settimane ci si può aspettare di perdere dai 5 ai 7 Kg, per poi assestarsi su una perdita di un kg a settimana. In pazienti fortemente obesi, gestendo la lunghezza delle prime due fasi è possibile arrivare anche a perdere decine di kg.