fbpx
+39 030 2807547
Tecnologia Elos

La nuova tecnologia elos sostituisce laser e luce pulsata

Pubblicato il
Dalla soft biostimolazione alla foto-biostimolazione. Trent’anni di lavoro continuativo nel campo della medicina estetica; decine di terapie sono passate sotto lo sguardo attento e critico del fondatore del poliambulatorio medico chirurgico dott. Enrico Filippini. Ma nulla è equiparabile al momento, alla fine degli anni novanta, nel quale i tecnici entravano nello storico poliambulatorio di Brescia e per montare con perizia e cura il nuovissimo mega laser della ESC Sharpland, ora Lumenis, la più grande azienda costruttrice di laser e luci pulsate del mondo con origini israeliane.   Occupava mezza stanza, era rumoroso e pieno di ingranaggi ingombranti e complessi. Con quel laser mixato alla luce pulsata potevamo paragonarci come tecnologia ai migliori centri medici di New York, Londra, Parigi. Nel tempo i laser e le luci pulsate sono diminuite nel volume e hanno dominato nei trattamenti per la medicina estetica di altissimo livello. Per stimolare i tessuti della pelle del viso e per rimodellare e rassodare,  i medici specialisti del centro medico estetico di Brescia hanno ora a disposizione un nuovo incredibile strumento: la nuova tecnologia elōs cioè un mix di laser, luce pulsata ed energia elettromagnetica che ne abbassa gli effetti collaterali, potenziandone gli effetti benefici. https://youtu.be/AK3fjIfZqGM Grandi risultati sul viso con un lieve aspetto rosato alla fine della seduta; un sogno rispetto alle precedenti terapie con luce pulsata e laser. L’apparecchiatura con la nuova tecnologia elōs™ foto-stimola in profondita e diffusamente i fibroblasti, inducendo un importante sintesi di collagene ed elastina.       Mentre la biostimolazione soft è molto indicata nella prevenzione e all’inizio dei problemi di invecchiamento cute (25-35 anni), la foto-biostimolazione è indicata per visi di donne mature, con problemi già di tonicità e rilassamento. Inoltre è indicatissima quando sono associati problemi di fotoaging, come macchie rosse e scure della pelle. Le sedute, più distanziate rispetto alla soft biostimolazione, effettuate a cadenza mensile, sono più legate all'esposizione solare del paziente, all’uso di farmaci, durano di più del soft, e possono lasciare la pelle un poco piu arrossata nelle 24 ore.