+39 030 2807547
Risultato naturale

L’ultima generazione di “punturine” antietà con risultato naturale

Pubblicato il

Sull’inserto D – la Repubblica delle donne  la bellezza e la moda sono sicuramente i temi che richiamano più attenzioni.

 

La nostra attenzione è stata attirata dall’articolo “Dolci ritocchi” di Raimonda Boriani.

 

È l’innovazione del momento: un trattamento medico-estetico che, con piccole iniezioni, ridona turgore sul viso. Il tutto con risultati durevoli, senza troppi fastidi ed effetti collaterali prossimi allo zero. Profhilo è un acido ialuronico biotecnologico tutto italiano, formulato in collaborazione con il professore Mario De Rosa della Seconda Università di Napoli e prodotto da IBSA, azienda farmaceutica che da 30 anni lo sviluppa per utilizzo terapeutico (articolazioni, apparato respiratorio) ed è realizzato con un processo di stabilizzazione termica che produce acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare in elevate concentrazioni (64 milligrammi in soli 2 millilitri). Il protocollo prevede due sedute a distanza di un mese (con un mantenimento dopo circa 60 giorni) e una tecnica specifica, Bio Aesthetic Point, che ottimizza la diffusione del prodotto e individua solo cinque punti di iniezione per ciascuna metà del viso. «Può essere un buon alleato antietà per l’estate: preserva l’idratazione, contrasta i radicali liberi e migliora la luminosità della pelle. Soprattutto, non è un filler, cioè un riempitivo che permane mesi nei tessuti, ma è un biorimodellante», spiega Patrizia Piersini, medico estetico a Torino. Quindi, non gonfia i tratti nè riempie le rughe, ma crea un sostegno nel derma con il risultato di un volto globalmente più giovane. Del resto è questa la tendenza dei trattamenti medici con acido ialuronico: evitare di gonfiare il viso. […]

 

La rivoluzione del bio rimodellante naturale a lunga durata è la soluzione ideale per chi vuole idratare la pelle ed ottenere anche un lieve effetto migliorativo sui volumi e sul turgore del viso con risultato naturale, non così evidenti come il classico filler riempitivo.

Potete visualizzare e scaricare il pdf dell’articolo a questo link.