+39 030 2807547
teletutto gennaio 2018

Teletutto racconta 17-01-2018

Pubblicato il

D) Rientriamo in diretta “Teletutto Racconta” e anche questa sera abbiamo due professionisti delle PMG: il Professor Enrico Filippini, endocrinologo e anche la Dottoressa Elena Pelizzari, farmacista.

R) Ricordiamo anche gli altri membri del PMG: il dottor Giovanni Simonini che è primario ortopedico della sesta unità di Ortopedia dell’istituto clinico Città di Brescia e specializzato in tecniche chirurgiche mininvasive, protesi d’anca e ginocchio e il dottor Giovanni Bresciani, fisioterapista osteopata e titolare del Centro di Riabilitazione e Fisioterapia Fisio Tech di San Zeno Naviglio.

D) Benissimo iniziamo subito con il Professor Filippini e continuiamo a parlare delle novità in campo tricologico, se non sbaglio questa sera illustrerà la terza terapia innovativa per combattere il problema dell’alopecia giusto?

R) Sì, ci sono tantissime terapie nuove e in quest’occasione presentiamo la rigenerazione cellulare dei follicoli dei capelli, che è una tecnica particolarmente innovativa e rivoluzionaria.

D) Professore, visto che abbiamo detto che questa è la terza terapia facciamo un passo indietro e ricordiamo le altre due trattate negli scorsi appuntamenti.

R) Certamente. Abbiamo la tecnica con i capelli a nido, che sono dei capelli di biosintesi giapponesi rinomati in tutto il mondo e sono capelli identici a quelli naturali. Dànno l’effetto di un trapianto senza però attuare un trapianto effettivo, perché viene esclusa tutta la prima parte, che è la parte più complessa e anche più dolorosa, dove c’è la l’asportazione dei bulbi. Invece rimane la parte più piacevole, perché progressivamente con questi capelli di sintesi andiamo a riempire le zone che il paziente vuole riempire e soprattutto si entra nel Poliambulatorio senza capelli e si esce con i capelli.
È indicata per donne e uomini – perché ovviamente ne soffrono anche le donne – che hanno già un problema di calvizie, quindi zone dove ci sono pochi capelli o addirittura sono assenti.
Basta una mezz’oretta o un’oretta di terapia per uscire con i capelli nuovi.

D) Benissimo questa era quella di cui abbiamo parlato nello scorso appuntamento, adesso parliamo della seconda tecnica.

R) La seconda volta abbiamo parlato dell’Hair Filler. Come tutti i filler ha la caratteristica di essere particolarmente ringiovanente perché provoca un ringiovanimento del cuoio capelluto attraverso una fialetta che contiene dei fattori di crescita. La tecnologia è coreana e per mezzo di questa fialetta collegata ad un piccolo ago permette, attraverso l’inoculazione di questo prodotto, di stimolare la crescita del capello e di bloccare la caduta. Infatti Hair Filler è indicato per tutte le persone che hanno un problema di alopecia iniziale o caduta di capelli dovuta a stress o problematiche organiche.
Con Hair Filler abbiamo quindi il blocco della caduta e il ripristino della ricrescita dei capelli. Da studi clinici abbiamo fino al 15-20% di ricrescita e il tutto con 4/5 sedute  da 10/15 minuti, una ogni 15 giorni. Quindi una cosa estremamente tollerabile, che si può benissimo fare in pausa pranzo.

D) Arriviamo dunque alla terza tecnica, quella che si spiegherà questa sera.

R) La terza terapia è la Rigenerazione Cellulare che è la terapia che viene utilizzata già in altri settori della medicina e che in questo caso utilizziamo per la rigenerazione dei follicoli dei capelli.
La rigenerazione cellulare consiste in un piccolo prelievo di tessuto cellulare dietro l’orecchio. Questo frammento di tessuto viene inserito all’interno di un contenitore con all’interno delle minuscole lame che frammentano il tessuto e filtrano delle cellule particolari. E che cellule sono? Le famose cellule staminali, che una volta raccolte in una siringa e infiltrate nel derma del paziente hanno la caratteristica di stimolare la crescita dei follicoli che già sono presenti e quindi ridare forza e tono, ma soprattutto creano anche dei follicoli nuovi, quindi si parla proprio di rigenerazione cellulare.

D) È una tecnica rivoluzionaria!

R) Sì, e rispetto ad altre tecniche non richiede l’utilizzo di derivati ematici, dei quali noi non siamo mai stati molto contenti. Questa tecnica è particolarmente innovativa perché richiede semplicemente un micro innesto cutaneo, quindi da un frammento di tessuto si ottengono tutte queste cellule staminali che vengono poi reimpiantate con una tecnica particolarmente efficace.

D) Quindi dedicata un po’ a tutti?

R) È indicata sostanzialmente per tutti. Ovviamente per le persone che hanno già un’alopecia o dei diradamenti importanti è sicuramente la terapia di elezione, soprattutto perché è una terapia che si fa in una seduta unica, quindi da non ripetere, che dura dai 30 ai 60 minuti. Ovviamente è una tecnica che deve essere praticata da dei medici specialisti.

D) E voi lo siete! Tra l’altro ricordo il sito internet studiomedicofilippini.it, se avete delle domande da porre al nostro Professor Filippini potete chiamare direttamente o anche andare sul sito per ritrovare tutti i contatti. Poi so che c’è anche una pagina Facebook quindi è molto semplice, anche in questo caso basta cercare in Facebook Poliambulatorio Medico Chirurgico Filippini. E adesso passiamo la parola alla Dottoressa Elena Pelizzari che ci consiglia degli integratori idonei.

E.P.) Sì, abbiamo già parlato nelle puntate precedenti di integratori che vanno a bloccare la caduta del capello e a stimolare anche la ricrescita, da associare alle terapie del Professore.
Questa sera voglio soffermarmi su due integratori e due sostanze molto importanti: una per la donna e una per l’uomo. Per la donna non posso non nominare i fitoestrogeni o isoflavoni. Che caratteristica hanno? Vengono utilizzati nella donna proprio nel periodo che viene definito della perimenopausa, quindi il periodo che precede la menopausa.
Hanno un’azione estrogenica simile perché hanno una struttura chimica simile all’estrogeno sintetico, quindi vanno ad attaccarsi allo stesso recettore dell’estrogeno sintetico e di conseguenza evita tutte quelle che sono le problematiche legate alla menopausa: vampate di calore, variazione del tono dell’umore, aumento dei livelli di colesterolo, sindrome depressiva, tono e umore, secchezza vaginale, ma anche la caduta o l’indebolimento del capello. Il capello infatti nel periodo di menopausa diventa più fragile e per questo consiglio integratori di isoflavoni, estratti o dai semi di soia o dal trifoglio rosso, con un dosaggio di 60-80 mg al giorno.
Parlando dell’uomo invece consiglio sicuramente la serenoa repens che è una palma nana diffusa particolarmente negli Stati Uniti, i cui principi attivi sono contenuti nelle sue bacche. Cosa fa il suo principio attivo? Evita che il testosterone si trasformi diidrotestosterone, sostanza che va a indebolire il capello e se prodotta in eccesso ha come risultati la calvizie e la caduta del capello, ma anche la famosa e tanto temuta ipertrofia prostatica benigna, che dà frequenza alla minzione, dolori, eccetera. La serenoa si dà anche come blando afrodisiaco.
Un altro integratore che io consiglio è la damiana: che agisce sia a livello centrale che periferico. Va benissimo nell’uomo e anche questa è usata anche come afrodisiaco e migliora il tono dell’umore. Lo sconsiglio in pazienti che fanno già terapie antidepressive o utilizzano già ansiolitici come farmaci.

D) Benissimo, questi sono i suggerimenti della nostra Dottoressa Elena Pelizzari, ricordiamo il prossimo appuntamento con gli amici del PMG, ovvero martedì prossimo. Avremo in studio il Dottor Giovanni Simonini e torna anche la Dottoressa Elena Pelizzari. Ringraziamo il Professor Filippini e la Dottoressa Pelizzari e grazie a tutti voi.