+39 030 2807547
nuova dieta dimagrante

Siete sicuri che per dimagrire nel 2018 possa essere utilizzata una dieta del 1980?

Pubblicato il

Siete seduti sul sedile dell’auto dei vostri sogni, in concessionaria, e il venditore vi annuncia che gli airbag non li hanno ancora inventati e che l’abs è in fase di sperimentazione.
Siamo tornati indietro al 1980 e se devi fare una telefonata devi fermarti alla prima cabina telefonica o chiedere nel bar la cortesia; in effetti i cellulari non sono stati ancora inventati. In compenso la mia vicina di casa nel 1980 mi mostra orgogliosa la sua nuova dieta dimagrante. È un poco “tondolina” e il suo dottore le ha scritto su un foglio una serie di menù con le calorie per ridurre l’introito dei cibi più calorici rispetto a quelli con basse calorie. Torniamo alla mia vicina di casa. Si chiama Mariella e ci siamo persi di vista. Circa cinque anni fa mi telefona e mi dice che ha saputo che sono un bravo dietologo e sono un esperto di nutrizione. Vuole riprovare a dimagrire con nuove diete efficaci che sono state inventate nel tempo. Le prendo appuntamento e quando la vedo rimango un poco impressionato. È diventata realmente più grassa, nonostante le ripetute diete ipocaloriche. È depressa e ha perso l’autostima, non trova il coraggio di iscriversi in una palestra perché prova vergogna. Con il marito il peso interferisce nella vita di coppia, si sente insicura e non desiderata. Ha spesso tanta fame e scarica ogni tensione nervosa sul cibo. Perchè vi ho parlato delle auto e dei telefonini rapportati alle cure dimagranti? Perché se fossi negli anni 80 a questo punto potrei proporre a Mariella una nuova dieta dimagrante ipocalorica ancora più aggressiva e la obbligherei a frequentare una palestra. Invece essendo nel 2018 e sapendo che in Mariella esistono ormai delle condizioni ormonali, di neurotrasmettitori e un particolare assetto metabolico e psicologico, mi comporto diversamente. Voglio essere efficace e lavorare per Mariella proponendogli una dieta 2018. Devo essere consapevole che le resistenze e la tendenza ad ingrassare non sono frutto di cattiva volontà ma sono l’effetto dei suoi ormoni, della sua genetica e soprattutto del suo sistema di regolazione centrale. So che durante e dopo la nuova dieta dimagrante esiste un chiaro abbassamento della serotonina e gli enterormoni, grandi regolatori della fame e della sazietà, invertono i loro ritmi. Nel 2018 so che con una nuova dieta prevalentemente proteica riesco a bilanciare i cali paradossi di glucosio nel sangue e che il contributo metabolico di ogni cibo non dipende dalle calorie intrinseche ma dal suo destino una volta che viene assunto. Nel 2018 posso avere a disposizione nuove diete efficaci molto performanti e specifiche per ogni necessità sociale; l’imprenditore sempre in viaggio, il manager sempre fuori a cena, la madre che deve fare da mangiare per tutta la famiglia; il cuoco e il pasticcere, il bancario e l’agente di commercio. Nel 2018 noi specialisti endocrinologi possiamo utilizzare al bisogno tre farmaci molto efficaci e ognuno con finalità diverse. L’orlistat è il meno recente, la liraglutide che contrasta gli enterormoni della fame come dicevamo prima e il Mysimba a base di bupropione naltrexone per le fami nervose compulsive e per accelerare il metabolismo resistente. Nel 2018 sappiamo distinguere tra grasso generalizzato e grasso localizzato e sappiamo distinguere i problemi estetici come la cellulite dai problemi spesso anche gravi di salute. Il grasso addominale è pericoloso, molto pericoloso e il ristagno di liquidi e il gonfiore delle gambe è spesso l’esordio di un linfedema. Quante cose sono cambiate…