+39 030 2807547
biostimolazione

Le nuove funzioni dell’acido ialuronico

Pubblicato il

È da più di trent’anni che noi medici del Poliambulatorio Medico Chirurgico Dott. Enrico Filippini ci dedichiamo con passione alla cura del viso, e mai come in questi ultimi anni abbiamo potuto utilizzare tecniche assolutamente all’avanguardia. Lo scopo e la mission del nostro team è l’assoluta naturalezza evitando gli aspetti innaturali tanto modaioli quanto grotteschi.

L’acido ialuronico è in assoluto l’elemento che più si adatta alla nostra filosofia e per questo abbiamo la possibilità da oltre dieci anni di offrire ai nostri pazienti i prodotti al top per quanto riguarda la biostimolazione e l’idratazione profonda. Con l’ultimo prodotto, il viscoderm hydrobooster, abbiamo aggiunto una ulteriore funzione all’acido ialuronico: la capacità di stirare.

Il viscoderm hydrobooster, nuovissimo, è un mix di diversi acidi ialuronici con la capacità di idratare e biostimolare la pelle ma soprattutto la particolare distribuzione degli elementi ne permette la tensione e l’aumento dell’elasticità. L’effetto hydrostretching lo possiamo ottenere dove vogliamo. L’effetto è quello di tanti minuscoli elastici che vengono posizionati nei punti di tensione della pelle o all’interno delle minuscole rughette che affliggono gli occhi, la bocca, il mento o la fronte. Come tanti piccoli elastici il nuovo ialuronico viscoderm con effetto stirante permette tanti minisostegni e alla fine un effetto naturale di tensione molto naturale anche se estremamente deciso. La tecnica, meglio quando praticata da medici esperti, richiede qualche minuto durante il quale il medico del poliambulatorio medico estetico di Brescia inserisce il prodotto con un microago più sottile di quello utilizzato per iniettare uno ialuronico normale. Perchè? Il viscoderm hydrobooster con effetto biostimolante idratante stretching deve formare minuscoli filamenti impercettibili al tatto ma elastici e pieni di energia naturale; non necessitano di tanta materia ma necessitano di essere posizionati nei posti giusti con le giuste direzioni. Posizionati i filamenti un pò sulle zone di tensione cutanea. Un poco nei punti dove si formano le rughe più profonde e soprattutto nelle microrugosità, la paziente può tranquillamente riprendere le normali attività e lasciare che i piccoli elastici facciano il loro effetto nei giorni seguenti.