+39 030 2807547
shutterstock_104071613

Forse siete in Perimenopausa? Ecco l’esperienza di un’amica

Pubblicato il

Oggi voglio parlarvi di una mia cara amica. Si chiama Stefy, ha 46 anni, ed è sempre stata magra (anche se golosa, roba da fare invidia!), con un viso assai grazioso per merito della sua pelle molto luminosa e levigata e un carattere allegro e scherzoso. Per questo non l’ho mai avuta come paziente, eccetto che per qualche terapia anticellulite prima del mare.

Un giorno Stefy mi ha telefonato chiedendomi urgentemente un colloquio; mi sono allarmato e l’ho ricevuta il prima possibile compatibilmente con gli altri appuntamenti. Quando è arrivata ho visto una Stefy completamente diversa. Era ingrassata (nonostante cercasse di nascondersi sotto una maglia larga), il viso arrotondato, la pelle opaca e disidratata, sudaticcia. Era un’altra Stefy. Mi è scappato qualche cosa nello sguardo e lei se n’è accorta, assumendo un atteggiamento di difesa.
Quando ho rimediato alla mia gaffe iniziale con una frase carina, allora lei ha iniziato a raccontarmi cosa era successo. Negli ultimi mesi aveva accusato difficoltà col sonno, a causa anche di abbondanti sudorazioni, e aveva un umore nero. Stava aumentando di peso (aveva già più di 5 kg tutti sull’addome) e la mattina allo specchio si vedeva già stanca, gonfia e con le rughe. Insomma, un disastro: era depressa!
Mi sono subito reso conto che a provocare questi cambiamenti era stata la Perimenopausa, il periodo che precede anche di molti anni la Menopausa, ovvero la fine delle mestruazioni e della vita riproduttiva.

Spesso la Perimenopausa si presenta con cambiamenti mestruali ma non con Stefy, che non accusava neanche le classiche vampate. Aveva però tutti gli altri disturbi tipici: modificazioni del carattere e della sessualità, aumento di peso, invecchiamento della pelle che diventa opaca, disidratata e con comparsa di nuove rughe. Le ho fatto fare subito un test ormonale con la saliva che ha confermato il difetto ormonale, non solo dell’ovaio ma anche di altre ghiandole.

Grazie al test abbiamo iniziato insieme ad intraprendere le terapie più adatte a lei: ho provveduto prima di tutto a ripristinare la funzione delle ovaie e di altre ghiandole poco funzionanti; per perdere peso sta facendo una speciale terapia dimagrante, la SAI (Sistema Alimentare Integrato), che include l’uso di integratori proteici e integratori alimentari ed è la terapia speciale che descrivo anche nel mio libro “Mai più grassi”.

Stefy all’inizio non ha voluto abbinare il Velashape 2 e la Lipolisi addominale che le ho consigliato dicendomi: “Enrico non mi serve, ho sempre avuto addome e fisico perfetto!”. Poi però si è decisa e ha iniziato la terapia dimagrante localizzata, perché l’addome rimaneva ricco di adipe nonostante scendesse di peso sulla bilancia.

Per quanto riguarda la pelle del viso, disidratata e senza tono, abbiamo intrapreso un leggero ma efficace programma di recupero della tonicità e idratazione della pelle (Stefy fino a quel momento utilizzava creme viso scadenti, e non era abituata a terapie invasive). Ho iniziato col suggerirle alcune creme e un ciclo di vitamine e antiossidanti da inserire con infiltrazioni, peeling o maschere led.

Le terapie che utilizzo nelle donne in Perimenopausa sono tutte delicate e specifiche. I parametri dei miei laser e delle mie apparecchiature, ad esempio, hanno una speciale regolazione specifica per la donna in Perimenopausa. Con le immagini in digitale io e Stefy stiamo vedendo e misurando progressivamente il miglioramento e decideremo man mano come proseguire e come mantenere i risultati ottenuti.

La mia esperienza di medico mi permette di affermare che quanto è accaduto a Stefy è in tutto simile a ciò che vivono molte di voi. Sempre la mia esperienza professionale, mi permette di affermare che tali problematiche sono risolvibili!