+39 030 2807547

FAQ - Consigli del medico estetico contro la cellulite

Domanda

Annamaria, anni 36, di RovatoCaro dottore, mi rivolgo a lei ora come medico estetico. Con il suo aiuto come dietologo, anni fa ho perso i chili di troppo senza più riacquistarli.

Oggi però mi trovo a combattere contro la cellulite e non capisco cosa sbaglio, visto che comunque il peso non è cambiato!

Risposta

Cara Annamaria, sono medico estetico e dietologo a Brescia da molti anni e da altrettanti mi viene posto questo quesito.
Mi ricordo, sei stata molto brava nel percorso di dimagrimento ed ancora di più nel mantenere il peso, ma forse c’è ancora qualche cosa nella tua alimentazione che potrebbe favorire la cellulite.
Ti faccio un esempio, il sale, che giustamente tutte le donne che tengono all’estetica, temono, è nascosto in molti alimenti.
Spesso si acquista acqua con poco sodio, si sala poco, si usano integratori drenanti e creme anticellulite, ma si dimentica che in quello che mangiano c’è tantissimo sale nascosto.
Generalmente non bisognerebbe superare i 6 grammi di sale, ovvero 2,4 di sodio al giorno ma per esempio una porzione di prosciutto crudo contiene 2,5 – quasi tre gr. di sale.

  • PIATTI PRONTI
    Nei primi piatti surgelati ci sono mediamente quasi 4,5 gr. di sale, un po’ meno se sono primi piatti bio non alla carne.
    Per gli amanti del Mac Donald’s una cattiva notizia: il famoso cheesburger supera abbondantemente il limite giornaliero dei 6 gr. di sale.
    La pizza una Margherita invece oscilla tra i 2,5 e i 4,5 grammi.
  • PESCE
    Il pesce fresco ovviamente non dà problemi, dobbiamo stare attenti sempre a quello confezionato, come le acciughe con più della metà del limite giornaliero consigliato. Il pesce surgelato risulta insidioso per quanto riguarda i gamberetti con 2,46 gr. di sale a prozione.
  • CARNE E SALUMI
    I salumi sono conservati con moltissimo sale e in modo particolare il prosciutto crudo che contiene invece circa 2,5 gr. a porzione. Molto meno salato è il cotto (circa 0,70) e generalmente la carne in scatola ( 0,90 -1,70).
  • FORMAGGI
    Gli stagionati sono molto concentrati in sale, si pensi che una piccola porzione (circa 50 gr.) di pecorino romano può contenere quasi 3 gr. di sale. Meglio quelli freschi in quanto sono piu ricchi di acqua ed hanno meno concentrazione in sale.
  • DADI E GRANULARI PER BRODO
    Un solo dado mi può portare a quasi 2 gr. di sale! Attenzione anche ai sughi già pronti, insaporiti con molto sale da 1-1,5 gr. per porzione.
  • PRODOTTI DA FORNO
    Il prodotto più utilizzato è il pane che però arriva a contenere mediamente quasi 1,5 gr. di sale per porzione, il consiglio è quello di utilizzare come sempre pane ricco di fibra e azzimo o cracker di pane azzimo.
    Sembra assurdo ma bisogna fare attenzione anche ai dolci: nei biscotti si arriva anche a 1,5 gr. per porzione.
  • CEREALI PER LA COLAZIONE
    Nei fiocchi per la prima colazione ci sono tanti zuccheri semplici ma anche sale (da 0,30 a 1,20). Decisamente migliore il muesli dal punto di vista nutrizionale poichè la quota di sale è bassissima.

Spero di essere stato d’aiuto, ma se continui ad avere dubbi sulla tua alimentazione vieni a trovarmi nel mio Poliambulatorio medico chirurgico a Brescia, ed insieme troveremo la corretta ed ecquilibrata alimentazione di cui hai bisogno.